Dieta fruttariana: è davvero salutare e sicura?

Dieta fruttariana: Pro e contro.

La dieta a base di frutta contiene molto zucchero, ed è carente di diversi nutrienti.
Gli specialisti discutono spesso di piani nutrizionali e stili di vita con i loro pazienti. Molti soggetti sono interessati a diventare vegani o vegetariani. Altri, ad intraprendere diete a basso contenuto di carboidrati, altri ad alto contenuto proteico. Alcuni sono attratti dal fruttarismo dove si mangia principalmente frutta.
La dieta fruttariana è una delle più restrittive. Il rischio di malnutrizione è alto, quindi va scoraggiata. Ma per chi è interessato a seguirla o lo sta già facendo, ci sono cose che dovrebbe assolutamente sapere.



Frutta

Cosa significa essere fruttariani? Adottare una dieta fruttariana non significa che si mangi solo frutta. Infatti, le linee guida della dieta descrivono che la frutta cruda dovrebbe costituire non più del 75 percento degli alimenti consumati. per il resto si consumano fruttortaggi. Non ammette neanche i semi e le noci, gli olii, oltre tanti altri aimenti vegetali considerati da evitare, ma ammessi per esempio, nel crudismo. I nutrizionisti consigliano ai pazienti di mantenere l'assunzione di frutta a non più del 50% per evitare squilibri nutrizionali.

Passaggio a una dieta fruttariana - Chi sceglie una dieta fruttariana è bene che proceda lentamente, includendo un'ampia varietà di frutta, ricordandosi di includere noci, semi e verdure in ogni pasto perché forniranno il grasso e le proteine ​​di cui si ha bisogno. Aiuteranno anche a rallentare i picchi glicemici causati dal mangiare solo frutta.
Ricorda che le diete salutari includono tre porzioni di frutta al giorno. I frutti oleosi come avocado e noci di cocco, sono buone fonti di grassi.


Benefici - I frutti sono ricchi di vitamine e antiossidanti, tra cui vitamina C e il beta-carotene, e alcune ricerche esistenti mostrano che la frutta può ridurre il rischio di cancro e altre malattie croniche.
Potresti perdere peso nella dieta fruttariana, ma non considerare questo un vero beneficio. È probabile che qualsiasi perdita scompaia se abbandoni la dieta e il tuo peso tornerà quello di prima.

Rischi - Le diete a base di frutta possono essere molto restrittive e possono causare diversi problemi, tra cui

Aumento di peso - La frutta è ricca di zuccheri naturali. Mentre ci sono alcune persone che con questa dieta perde peso, mangiandone in grandi quantità in realtà si rischia di ingrassare.

Diabete - Per i pazienti diabetici o pre-diabetici, la dieta fruttariana può essere pericolosa. La frutta contiene così tanto zucchero che può arrivare ad influenzare negativamente i livelli di zucchero nel sangue. Una dieta a base di frutta può anche essere pericolosa per i soggetti con disturbi pancreatici e renali.

Carie dentaria - L'elevato contenuto di zuccheri della frutta può comportare un alto rischio di carie . Ad esempio, le mele hanno il potenziale per essere corrosive come caramelle o soda. Alcuni frutti, come le arance, sono altamente acidi e possono erodere lo smalto dei denti.

Carenze nutrizionali - I fruttariani hanno frequentemente bassi livelli di vitamina B12, calcio, zinco, vitamina D, iodio, acidi grassi omega-3, lisina, che possono causare anemia, stanchezza, letargia e disfunzioni del sistema immunitario e nervoso. Il calcio basso della tipologia degli alimenti ammessi nel fruttarismo, può facilmente sfociare in osteoporosi.

I supplementi nutrizionali che soddisfano queste carenze sono spesso costituiti da fonti alimentari come colture casearie o proteine ​​di soia, che sono considerati off-limits nella dieta fruttariana. Rifiutarsi di assumere integratori non fa altro rendere la malnutrizione ancora più comune.

Voglie - Limitare la dieta a principalmente frutta può portare a desideri o disturbi alimentari/ ossessioni.

Modalità Starvation - Affidandosi principalmente ai frutti e privandocisi dei grassi e delle proteine e dei minerali ​​necessari, è possibile spingere il proprio corpo in modalità "starvatiom" (fame). Se il tuo corpo sente che sta morendo di fame, rallenterà il suo metabolismo nel tentativo di conservare energia per le funzioni vitali.

Parlate con un medico nutrizionista prima di iniziare una dieta fruttariana!
Lui o lei probabilmente saprà prescrivere gli integratori alimentari da assumere per evitare le carenze di acidi grassi, vitamine e minerali e aminoacidiche (es lisina), tutti questi integratori ormai esistono in versione 100% vegan.

Informazioni aggiuntive